CORONAVIRUS: OK agli SPOSTAMENTI tra REGIONI, ora c’è la DATA! Ecco da QUANDO e le Nuove REGOLE

SPOSTAMENTI da una REGIONE all’altra, tra poco si potrà fareLa FASE 2 iniziata il 4 maggio ha posto le basi per una ripartenza seppur polemica e fatta di scontri. Per capire quali saranno stati i risultati dopo le prime due settimane del primo step della FASE 2 bisognerà aspettare il 15 maggio. Se i dati del contagio (la curva epidemiologica per intenderci) saranno positivi, a partire dal 1° giugno 2020, potrebbe essere consentito passare da una regione all’altra. Per ora è però ancora vietato.
La decisione finale, come stabilito da un lungo incontro tra governatori e governo centrale, spetterà appunto alle amministrazioni regionali che avranno comunque facoltà di imporre obblighi per l’accesso, primi tra tutti i test sierologici effettuati nella settimana precedente.

Con il via libera (appena sarà dato) sarà consentito trasferirsi nelle seconde case e quindi andare in un luogo diverso dalla residenza pur non avendo esigenze di lavoro, salute e urgenza come invece è previsto adesso. Ma per ottenerlo ogni regione dovrà rispettare i parametri indicati proprio nel decreto sulla FASE 2, firmato dal Ministro della Salute Speranza il 3 maggio scorso e che è stato subito diffuso proprio per la raccolta dei dati. Nel provvedimento, sono indicati i valori di allerta che devono portare ad una valutazione del rischio congiuntamente nazionale e delle regioni interessate, per decidere se le condizioni siano tali da richiedere o meno una revisione delle misure adottate.

Sarà quindi un “abbattiamo i muri” dopo aver “alzato le barricate” a causa del COVID-19. In conclusione possiamo dire che il tutto ruoterà attorno al contagio. Ad esempio, le regioni con un indice di contagio troppo elevato dovranno restare chiuse: da lì non si potrà uscire e non si potrà entrare se non, come ha già stabilito il Dpcm del 26 aprile scorso, per “comprovate esigenze lavorative o assoluta urgenza o motivi di salute”. Che non sono, appunto, andare a trovare i parenti o a rinfrescare la casa al mare.